La terra dell’oro bianco

Le caratteristiche climatiche e ambientali rendono il territorio di Apecchio particolarmente vocato alla produzione di Tartufo, di ogni tipo e in ogni stagione. Qui è possibile raccogliere e gustare il Tartufo in ogni periodo dell’anno nelle sue quattro varietà stagionali: tartufo bianco (dall’ultima domenica di settembre al 31 dicembre), il tartufo nero pregiato (dal 1 dicembre al 15 marzo), il tartufo bianchetto (dal 15 gennaio al 30 aprile) e il tartufo nero estivo (dal 1 giugno al 31 dicembre).
Per valorizzare quest’eccellenza viene organizzata dal alcuni decenni, nel primo week end di ottobre, la Mostra Mercato del Tartufo. Il centro storico ospita gli stand dei commercianti di Tartufo fresco, dei birrifici artigianali, e delle eccellenze regionali.Tre giornate in cui Apecchio si anima di colori, sapori e tanta musica con ospiti dello spettacolo e dello sport..
Le caratteristiche e curatissimeosterie del borgo medievale ti aspettano per farti vivere emozioni indimenticabili. Ad Apecchio non mancano neppure le molteplici varietà di funghi, qui è terra del fungo Prugnolo detto lo Spignolo.
Chi visita Apecchio per gustare la dolcezza ed il sapore del Tartufo accompagnato ad una buonissima birra locale ha la fortuna di sentirsi circondato da uno scenario stupendo, il paesaggio appenninico con il monti Nerone, Catria e Petrano sono la nostra cornice.

Facebook | Instagram

La Città della birra

Da ormai più di dieci anni Apecchio ospita ben tre stabilimenti di produzione di birra, Birra Amarcord, Tenute Collesi e il microbirrificio Venere. Qui sgorga acqua purissima direttamente dal Monte Nerone e il clima favorisce la produzione di orzo di qualità. Questo ha dato impulso alla realizzazione di tre Birrifici Artigianali di alto livello, in grado di combinare questi elementi e trasformarli in una vera e propria eccellenza.
È per questo che Apecchio può fregiarsi del titolo di prima Città della Birra Italiana. Apecchio è riconosciuto come “Capitale dell’Alogastronomia”, un luogo magico dove l’abbinamento di birra e tartufo si trova tutto l’anno.
Un luogo di incontro privilegiato per la promozione a livello internazionale di questo abbinamento.
Nasce qui l’originale idea dell’Alogastronomia, neologismo coniato per indicare le connessioni virtuose tra birra artigianale, prodotti di qualità e territorio.

 

Premio Apecchio Città della Birra

Premio nazionale che ogni anno tributa un importante riconoscimento ai professionisti del settore che si sono attivamente occupati del mondo della birra artigianale e allo sviluppo del territorio. E’ intitolato a Franco Re, rettore dell’Università della Birra di Azzate (VA), scomparso nel 2012; giornalista e scrittore specializzato, con una grande cultura in ambito brassicolo, i suoi lavori, chiari e leggibili, ma sempre improntati da grande rigore scientifico hanno fatto molto per diffondere la cultura della birra in Italia. Il Comune di Apecchio aveva allacciato stretti rapporti ed aveva in cantiere alcuni progetti con Franco Re che purtroppo non si sono potuti realizzare. Il premio porta il suo nome in totale accordo con la famiglia.

Facebook

Apecchio Tartufo&Birra

Primo weekend di ottobre

Apecchio Tartufo & Birra ha l’onore e l’onere di aprire la stagione degli appuntamenti dedicati al prezioso tubero, il Tuber Magnatum Pico, un momento di grande valorizzazione turistica per l’intera regione Marche. E’ un evento di forte richiamo per tutti coloro che vogliono scoprire l’Alogastronomia. Caratteristica, che col tempo ha assunto notorietà, è l’apertura delle “osterie” del centro storico. Durante il weekend, piccoli locali di vecchie abitazioni rinascono a nuova vita, diventano dei ristorantini caratteristici con ottimo cibo locale, tutto a base di Tartufo e Birra.

Il tutto è condito da vivaci gruppi musicali che suonano nelle vie e piazzette del centro storico. Durante i tre giorni convegni ed eventi di settore prendono piede per raccontare le novità del momento, la qualità e il valore del tartufo e della birra in tutto il territorio.
Il premio Apecchio Città della Birra intitolato a Franco Re, rettore dell’Università della Birra di Azzate, tributa un importante riconoscimento ai professionisti del settore che si sono attivamente occupati del mondo della birra artigianale e allo sviluppo del territorio.

Contattaci

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Start typing and press Enter to search